Comunicazione & blog: “Scusa posso noleggiare Roberto Baggio”?

 In Blog, Comunicazione

Oggi ti svelo un piccolo segreto di “copy”, la nostra tanta cara amata scrittura. Parto da un presupposto semplice. La comunicazione è sempre un’operazione complessa. Del resto trovare le parole giuste, le parole che colpiscono, è complicato quasi come fare un terno al lotto.  Se ci pensi anche in amore. Una dichiarazione… Non è mai banale. Ancora di più trovare le parole che fanno aumentare la reputazione della tua azienda o che ti permettano comunicare le caratteristiche migliori e  vendere i tuoi prodotti. Ci sono molte altre situazioni in cui la comunicazione è indispensabile per raggiungere un’obiettivo. Per esempio quando vuoi trasmettere dei concetti “chiave”, quando vuoi parlare di te o della tua attività. Situazioni di incontro con gli utenti della rete e con alcuni potenziali clienti, in cui metti in luce i tuoi obiettivi, senza però vendere esplicitamente qualcosa.

Il blog è la tua strategia di comunicazione vincente

Sto parlando degli articoli di un blog, in particolare della funzione di un blog aziendale. Articoli, discussioni, momenti di riflessioni che permettono di farti conoscere. La comunicazione di alcuni concetti importanti senza fare una campagna pubblicitaria nel senso tradizionale del termine. La funzione di un blog aziendale non è mai banale. A livello puramente tecnico permette di mantenere il tuo sito costantemente aggiornato. Migliora il tuo posizionamento su Google (ma di questo ne parlerò un’altra volta).  E la forza è che non è un meccanismo di comunicazione strettamente tradizionale.

Quando la comunicazione incontra… Roberto Baggio

Oggi mi sono messo all’opera e ho deciso di scrivere un pezzo per te…  In questo caso immagino di essere il titolare di una società di noleggio. E ti racconto come potrei impostare un articolo per il mio blog aziendale. Il titolo deve essere accattivante (uno dei capisaldi della comunicazione) e colpire l’attenzione del lettore del mio blog. Per questo ho deciso di impostarlo così: “Scusa posso noleggiare Roberto Baggio?”.  Sì, proprio il campionissimo di Caldogno, uno dei talenti più grandi della storia del calcio italiano. Proprio quest’anno Baggio ha festeggiato 51 anni. Forse l’unico giocatore che ha vestito più maglie ed è rimasto praticamente nel cuore di tutti i tifosi. Se pensi a Roberto Baggio pensi alla bellezza del gioco del calcio, all’arte del gioco. Ancora prima di pensare a Fiorentina, Juventus, Milan, Inter, Bologna e Brescia… In pratica a tutte le maglie che ha indossato nella sua lunga carriera. Ah dimenticavo il mitico Vicenza. All’epoca del debutto di Roberto Baggio tra i professionisti il Vicenza si chiamava ancora Lanerossi. Per un attimo stavo dimenticando che i sogni si concretizzano a partire proprio dai campi polverosi della provincia italiana. Del resto la fatica che si compie in mezzo alle pozzanghere e al fango per arrivare a compiere un miracolo, sportivo o commerciale, non è mai banale (e paradossalmente, in questo caso,  nemmeno saper comunicare attraverso un blog aziendale!).

Che coppia con Stefano Borgonovo!

Guardo i video su Roberto Baggio e mi emoziono ancora oggi, pensando ai gol segnati con la maglia della nazionale o a quell’anno vissuto in coppia con Stefano Borgonovo a Firenze, che portò entrambi giovanissimi, a debuttare nella Nazionale di mister Azeglio Vicini, prima dei Mondiali di Italia ‘90. Guardo  Baggio e penso e ripenso a quanta fatica, qualsiasi imprenditore, fa ogni giorno per costruire un’attività che abbia successo e che possa rappresentare un piccolo modello, ma anche saper durare nel tempo. Personalmente non ho il talento di Roberto Baggio, ci mancherebbe altro. Meno che mai per giocare a pallone. Ma quella fatica che ha fatto Baggio per arrivare ad alti livelli, a costruire una grande carriera e a ripartire sempre dopo i brutti infortuni che l’hanno tartassato, è sicuramente quello spirito di sacrificio sano e positivo che vedo oggi in tanti ragazzi che fanno parte della mia squadra di noleggio. Vedere un parallelo tra il calcio e il mondo del noleggio può sembrare probabilmente un po’ azzardato. Ma non per me. A volte i dettagli, anche nel noleggio, fanno la differenza. Così come un pizzico di fantasia nel riuscire a trovare la soluzione più apprezzata per comunicare le soluzioni migliori da proporre ai clienti. Un pizzico di quella sana fantasia che Baggio metteva in campo, pennellando una punizione all’incrocio dei pali o con una serpentina a ridosso dell’area di rigore prima di mandare dolcemente il pallone alle spalle del portiere avversario. Quel pizzico di sana fantasia che spero possa diventare sale del mio lavoro quotidiano, per aiutare i clienti ad apprezzare sempre di più i nostri servizi.

Non aver paura di sbagliare un calcio di rigore…

Anche nel mondo noleggio veniamo spesso giudicati per i dettagli. Ed è anche giusto che sia così. Un po’ come è successo a Baggio all’apice della sua carriera. Rigore sbagliato nella finale dei Mondiali di Usa ‘94 col Brasile e un marchio tatuato per sempre addosso. Ecco perché cerchiamo di dare un servizio globale, a trecentosessanta gradi, affinché i particolari siano soltanto dei piccoli accessori in un percorso che mira a costruire un servizio globale e di valore per il cliente. Non sempre ci riusciamo, ma almeno non dobbiamo avere il rimpianto di non averci provato, anche a comunicare correttamente le prerogative della nostra attività. Proprio come ha fatto il mitico Roby da Caldogno. E se anche voi state pensando a Baggio, cancellate dai ricordi quel maledetto rigore fallito a Pasadena. Perché Roberto Baggio è un’opera d’arte vivente. Come canta un altro celebre “campione” del mondo della musica, che risponde al nome di Francesco De Gregori “Non aver paura di sbagliare un calcio di rigore, non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore. Un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia”. Fantasia, Fantasia, ma anche tanta concretezza. E tutto questo anche nei servizi che ogni giorno offriamo in un noleggio furgoni e nel modo in cui lo comunichiamo. Ma sempre col sorriso sulle labbra. Ti aspetto. A presto!

Post suggeriti

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Maurizio Sarri, il cuore oltre l'ostacolo. Una storia di successo