L’e-commerce non vende? Ecco la soluzione!

 In Marketing, Web

Aprire un negozio online, un e-commerce, può essere la chiave di svolta della tua attività. Sia che tu possieda un negozio fisico, sia che tu decida di aprire un’attività “virtuale”. Ma spesso uno dei problemi comuni con cui ci si imbatte è la mancanza di risultati. Poche visite, pochissime conversioni, in pratica non vende. I problemi possono essere molti, così come le possibili soluzioni. Il primo problema può riguardare il prodotto o i prodotti che vendi nel tuo sito. Quando viene progettato un e-commerce (in questo caso ci riferiamo al layout, cioè al disegno grafico) è necessario che la realizzazione del sito tenga in considerazione di alcuni punti fondamentali.

Obiettivi di vendita chiari

Gli obiettivi di vendita del tuo e-commerce devono essere chiari. Cioè si deve capire, immediatamente una volta entrati sul sito, quali sono i prodotti in vendita. Le eventuali categorie di riferimento, i prezzi, gli sconti e le promozioni. La procedura di consultazione dei prodotti, inoltre, deve essere veloce e immediata. In pratica l’utente deve evitare troppi click completare l’acquisto.

Investimenti costanti

Qui arriva probabilmente il nodo cruciale, che riguarda anche le attività tradizionali fisiche. Realizzare un e-commerce da zero e pensare di vendere anche un solo prodotto (a meno che non si tratti di una vendita effettuata ad un parente o ad un amico) è quasi utopistico. Aprire un negozio online è relativamente semplice. Ma questo non dà nessuna garanzia di vendita. Un sito e-commerce richiede costanti investimenti e un notevole impiego di energia, tempo e lavoro. Pensaci un attimo. Per avviare un’attività commerciale c’è bisogno di investire, a volte, decine di migliaia di euro. Come puoi sperare di avere successo spendendo e investendo solo l’1% di questa cifra in un canale online che ti offre enormi potenzialità, ma in cui la concorrenza è decisamente più alta?
Senza dubbio è possibile iniziare ad investire online con cifre nettamente inferiori a quelle di un negozio fisico. Internet ti offre la possibilità di poter pianificare nel tempo investimenti costanti e meno impegnativi, che ti porteranno a dei buoni risultati solo con un progetto di lungo raggio.

Tempo e impegno fisico

Per investimenti si intendono non solo soldi, ma anche tempo e risorse fisiche. In pratica testi costantemente aggiornati e ottimizzati per essere trovati su Google, la possibilità di rinnovare graficamente il tuo e-commerce nel tempo e magari realizzare un blog ricco di approfondimenti e curiosità sui tuoi prodotti, senza ovviamente dimenticare le pagine social.

No visitatori, no party

Il tasso di conversione medio di un e-commerce è di circa l’1,9%. In pratica 2 vendite ogni 100 visite. Ma in alcuni settori dove la concorrenza è grande questo tasso può essere addirittura più basso. Ricorda che non conta tanto essere presente, ma come lo sei. Non aspettare che i clienti vengano da te: cerca prima di capire chi sono e dove sono. Poi vai lì e cerca di portarli sul tuo sito.

Post recenti

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Blackfriday leggenda o veritàItaly to Home