marker2

Lateral Thinking

noun [ U ] UK ​  /ˌlæt.rəl ˈθɪŋ.kɪŋ/ US ​  /ˌlæt̬.ɚ.əl ˈθɪŋ.kɪŋ/
a way of solving a problem by thinking about it in a different and original way and not using traditional or expected methods.

pensiero laterale: un modo di risolvere un problema pensandolo in maniera diversa ed originale e non usando metodi tradizionali o previsti.

Con il termine pensiero laterale, coniato dallo psicologo maltese Edward De Bono, si intende una modalità di risoluzione di problemi logici (problem solving) che prevede un approccio particolare, ovvero l’osservazione del problema da diverse angolazioni, contrapposta alla tradizionale modalità che prevede concentrazione su una soluzione diretta al problema.

Una soluzione diretta prevede il ricorso alla logica sequenziale, risolvendo il problema partendo dalle considerazioni che sembrano più ovvie, il pensiero laterale se ne discosta (da cui il termine laterale) e cerca punti di vista alternativi per cercare la soluzione.

Il principio che sta alla base di questa modalità è simile al pensiero divergente: per ciascun problema è sempre possibile individuare diverse soluzioni, alcune delle quali emergono solo

prescindendo da quello che inizialmente appare l’unico percorso possibile cercando elementi, idee, intuizioni, spunti fuori dal dominio di conoscenza e dalla rigida catena logica.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca