+39 0574 876061

Sembra uno scherzo di carnevale, invece, è accaduto realmente in Gran Bretagna. La proprietaria di un noto negozio di abbigliamento ha adottato un approccio, decisamente non convenzionale, per prevenire i furti. La donna, che ha scelto di rimanere anonima, ha deciso di assumere dei ladri esperti (in realtà l’annuncio diceva che i soggetti non avessero la fedina penale “macchiata”… forse una contraddizione in termini???) che rubassero nel  negozio, per poi spiegarle come avessero fatto. Un modo curioso per imparare contromisure efficaci a prevenire così i furti.

L’imprenditrice ha pubblicato un’offerta di lavoro che è diventata in pochissimo tempo virale sui social network. Ha offerto una paga di  50 sterline l’ora (poco meno di 55 euro) oltre alla possibilità di tenersi tre degli oggetti che fossero riusciti a portarsi via.

Le persone assunte dovevano “visitare” il  negozio di abbigliamento in varie occasioni e poi preparare un rapporto dettagliato sulle cose che erano riusciti a rubare, ma soprattutto sulla metodologia e sull’approccio usati.

“Sto cercando un professionista che aiuti a evidenziare i punti deboli della sicurezza nella mia attività”, ha scritto la proprietaria del negozio. “Purtroppo sono un’imprenditrice e da quando ho aperto il mio negozio nel 2013 ho subito numerosi furti, ogni anno”.

L’estro non è mancato sicuramente a questa imprenditrice britannica. Ma è anche vero che nessun sistema ti potrà mai garantire completamente contro i furti. E sei i ladri non si dimostrassero sinceri con la proprietaria? In fin dei conti sono sempre… dei ladri.

Se ti affidi a dei professionisti – come team di All You ti mettiamo a disposizione la nostra esperienza con partner seri e qualificati anche in sistemi di protezione (soprattutto sulla sicurezza informatica!) e potrai sicuramente dormire sempre sonni tranquilli!

12 risposte

  1. Can you be more specific about the content of your article? After reading it, I still have some doubts. Hope you can help me.

  2. I don’t think the title of your article matches the content lol. Just kidding, mainly because I had some doubts after reading the article.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *